Calcio

Sfida scudetto, occasione ghiotta per il Napoli

Cresce l’attesa per la sfida scudetto di stasera tra Napoli e Juventus. In campo, le due squadre favorite per la vittoria scudetto. Le premesse dell’incontro parlano di una Juve, come sempre negli ultimi anni, ultra competitiva: può contare su una rosa, almeno sulla carta, superiore a quello delle rivali. Dal canto suo, il Napoli ha il miglior gioco della Serie A e, novità assoluta di questa stagione, parte da capolista e da favorita nello scontro diretto contro i rivali di sempre.

Le quote

Secondo i bookmakers, il Napoli partirebbe favorito nella sfida scudetto. Bet365 quota la sua vittoria a 2.04; il pareggio a 3.25; il colpo grosso della Juve a 3.79.

La lunga rosa della Juve arriva alla sfida scudetto decimata dagli infortuni. L’ultimo è quello di Mandzukic che probabilmente obbligherà Allegri a schierare titolare Higuain, nonostante l’operazione alla mano di lunedì. Scelte che condizioneranno anche il sistema di gioco della Juve.

Le scelte di Allegri: difesa a 3, fuori Barzagli

Allegri sembra orientato a schierare la difesa a 4 e non a 3: fuori Barzagli e dentro  Matuidi in mezzo al campo. Nel terzetto di centrocampo, i soliti Pjanic e Khedira. I terzini saranno De Sciglio e Asamoah. Certa la presenza di Dybala, resta il ballottaggio tra Cuadrado e Douglas Costa.

Usato sicuro per Sarri con un solo dubbio

Sarri che contro la Juventus riproporrà la formazione dei titolarissimi. L’unico dubbio riguarda la scelta del terzino sinistro. Dovrebbe essere dirottato a sinistra Hysaj con Maggio confermato a destra. Poi il solito assetto e i soliti nomi: Allan, Jorginho e Hamsik a centrocampo; Callejon, Mertens e Insigne in avanti.

I precedenti premiano la Juve

I 9 precedenti tra i due allenatori parlano di un netto vantaggio di Allegri, che contro Sarri ha conquistato 6 vittorie; 2 le vittorie di Sarri; un solo pareggio.

Negli ultimi 5 precedenti in Serie A, la Juve ha conquistato 3 vittorie; il Napoli soltanto una, tra le mura amiche del San Paolo, il 26 settembre del 2015: Higuain firmò in quell’occasione un gol ed un assist. L’ultimo incontro tra le mura partenopee è finito 1-1.

In casa il Napoli sembra avere una marcia in più: finora ha conquistato 16 dei 18 punti disponibili, subendo appena 3 reti e realizzandone 17. L’asticella della sfida è altissima perché anche il rendimento della Juve fuori casa non è male: 13 punti sui 18 disponibili; ha subito 10 gol, realizzandone 19.

La spinta del San Paolo sarà decisiva. Anche se i 56mila spettatori previsti non potranno segnare – come fa notare qualcuno – gli uomini di Sarri si esaltano tra le mura amiche. Il loro gioco spumeggiante può cavalcare l’entusiasmo dei tifosi per il primato in classifica, fin qui, più che meritato. L’occasione di spingere la Juve a -7 sembra più unica che rara: Allegri ha dovuto forzare qualche scelta; Higuain ci sarà, ma non al meglio della condizione. Ma, nel calcio, si sa: le chiacchiere stanno a zero. E allora parola al campo, per una sfida scudetto che si annuncia stratosferica. Buona partita!

Annunci

Categorie:Calcio

Con tag:,,

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.