Calcio

Inter-Cagliari, Marcelo Brozovic chi?

Inter-Cagliari, Brozovic si ripete

Non ci credo. Dopo aver visto Inter-Cagliari e l’ennesima grande prestazione di Brozovic, non posso credere che sia lo stesso giocatore visto fino a qualche settimana fa. Più volte mi ero sbilanciato: il croato buono è Perisic! Ma nel giro di poche settimane tutto sembra essersi capovolto. L’esterno ha ritrovato il gol – con brivido var compreso – ma come dice qualcuno “non sembra giocare con il cuore” per tutti i 90 minuti e più di una partita.

No, non può essere lui

La rivelazione è invece Brozovic. Noi che l’abbiamo visto infortunarsi calciando con rabbia un gradino allo Stadium, dopo una sostituzione, fatichiamo a riconoscerlo. E dopo i fischi di San Siro e l’applauso polemico, pensavo si fosse definitivamente chiusa la sua parentesi in nerazzurro. E invece è risaltato fuori. Da qualche partita, è entrato nel vivo del gioco dell’Inter: lucidità e applicazione dal primo minuto fino al triplice fischio. Detta i tempi, tesse trame di gioco, rincorre con generosità gli avversari. No, non può essere lui.

Perché non prima?

E invece è proprio lui: Marcelo Brozovic. I detrattori di Luciano Spalletti obietteranno: “Era ora! Poteva pensarci prima”. Le qualità tecniche del croato sono indiscusse. Calcia bene con entrambi i piedi, ha tempi di inserimento: non puoi farne a meno. Ma la sua comprovata instabilità ed incostanza avrebbero fatto dubitare chiunque. Perché Spalletti avrebbe dovuto rischiare?

Inter di qualità

Nell’Inter ammirata nelle ultime settimane, Brozovic è il fiore all’occhiello. La sua qualità, sommata a quella tra le linee di Rafinha e a quella sull’esterno di Cancelo, permette agli uomini di Spalletti di avere una manovra finalmente fluida. Mai i nerazzurri hanno creato così tante occasioni da gol come avvenuto nelle ultime gare. Fondamentale anche il contributo di Gagliardini, ovviamente: lui e Brozovic, nello stato di forma attuale, possono davvero rappresentare una coppia di centrocampo ideale.

Spalletti martella

Certo, con un pò di cattiveria in più sottoporta, avrebbero potuto raccogliere qualche punto in più. Ma ora in porta l’Inter ci arriva e paradossalmente non deve sperare solo nella mezza palla toccata da Icardi. Proprio sul bomber argentino, Spalletti sta lavorando: “Deve capire che può essere pericoloso anche se si abbassa”, dice. Ieri sera qualcosina si è vista. Addirittura, è sembrato troppo generoso verso i compagni in un paio di occasioni.

Un lungo processo

Il tecnico toscano continua a martellare i suoi. Anche quando le cose vanno bene, come con il Cagliari. E fa bene. Perché è solo provando a fare sempre meglio che si può continuare a migliorare. L’Inter sembra aver trovato finalmente una sua fisionomia. I detrattori penseranno: “Spalletti ci ha messo troppo”. Io la penso diversamente: il fatto che tale processo di crescita sia stato lungo lascia ben sperare su quella che potrà essere la sua durata.

Parentesi Karamoh

Parentesi Karamoh: il tecnico nerazzurro non si sbaglia quando dice che il classe ’98 ogni tanto fa vedere tutti i limiti della sua età. Ma al di là degli errori sotto porta, Karamoh continua a dimostrare fisicità ed applicazione. Con qualche velleità in meno ed un po’ di esperienza in più, potrà essere un giocatore determinante.

 

Annunci

8 risposte »

  1. Di Brozovic sono felice, io sono sempre stato con lui anche dopo le mille contestazioni. Certo è che questa costanza stupisce anche me! Per quanto riguarda la “costruzione” condivido, mai come quest’ anno il progetto tecnico e ben saldo, cosa che può essere solo un bene!

    Mi piace

    • Riguardo il progetto tecnico, mi auguro che la situazione riscatti non rivoluzioni troppo la situazione attuale: Rafinha e Cancelo non sono giocatori dell’Inter. Temo bisognerà trovare una valida alternativa ad almeno uno di loro: hanno riscatti altissimi.

      Piace a 1 persona

    • Io riscatterei ad ogni costo Cancelo, non è ancora completo ma ha margini di miglioramento impressionanti!
      Per quanto riguarda Rafinha ne farei anche a meno, nel senso che punterei su qualcosa di meglio. Quello è un ruolo davvero importante che potrebbe aprire altri sbocchi al gioco. Quindi cercherei di meglio, a maggior ragione se arrivasse la Champions.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.