Cilento

Invasione di cimici, metodi e soluzioni per combatterle

L’invasione delle cimici torna ogni anno con i primi abbassamenti di temperatura. Sono innocue, ma ugualmente fastidiose.

L’autunno non è solo tempo di caldarroste! Con l’abbassarsi delle temperature, anche le cimici cercano riparo. E spesso invadono le nostre abitazioni. Il fenomeno si ripete ogni anno. Ma è possibile porvi rimedio. Qui vediamo come.

La cimice è innocua per l’uomo

Tra settembre e ottobre questi insetti, di origine africana, avvertono il calo delle temperature e l’aumento dell’escursione termica tra il giorno e la notte, e per questo cercano ambienti più caldi, come le nostre case. Per l’uomo sono innocue ma comunque fastidiose, soprattutto a causa dei cattivi odori che spruzzano quando si sentono in pericolo. La caratteristica principale di questi insetti è che, se disturbati, reagiscono spruzzando da alcune ghiandole poste sul torace una sostanza maleodorante, che spesso resta anche sui tessuti dei vestiti stesi ad asciugare. Non è un caso se dalle mie parti la cimice viene chiamata “Cemece puzzulente“.

Ma dannosa per le piante

Nezara viridula è infatti conosciuta anche come la cimice del pomodoro. I danni sono causati soprattutto alle coltivazioni intensive, in quanto la monocoltura del pomodoro genera delle ottime condizioni per la prolificazione della cimice. Il danno si manifesta su foglie e frutti ed è causato dalle punture di nutrizione. Sulle foglie, si evidenziano delle necrosi localizzate e disseccamenti di diverso grado. Sui frutti di pomodoro provocano tipiche punteggiature clorotiche, nella bacca in fase di maturazione; queste punteggiature, in seguito, divengono necrosi localizzate molto sfumate.

Danni a nocciole e leguminose

Le cimici, inoltre, trasmettono uno sgradevole sapore ai frutti che non possono essere commercializzati. Infine, oltre a questi danni diretti, la cimice può trasmettere alle piante alcune malattie secondarie, come la Batteriosi. Su altre piante i danni sui frutti sono leggermente diversi. Sulle Nocciole provocano il “cimiciato“, cioè una alterazione della forma e del sapore del frutto che diviene striminzita e sgradevole. Nelle Leguminose si hanno alterazioni necrotiche al baccello, con alterazione quali-quantitativa dei semi.

Come tenere lontane le cimici

Per limitare l’invasione ci sono diversi metodi, da utilizzare all’interno e all’esterno della casa. Alcuni, consigliano un infuso biologico a base di acqua e tabacco. Ma il rimedio migliore sembra essere il più semplice: acqua calda e sapone in uno spruzzino, da distribuire poi su finestre, balconi e zanzariere e in tutti quei posti in cui avete avvistato le cimici. Il sapone ha un effetto disidratante sulle cimici, portandole alla morte.

Metodi meno drastici

Se avete un cuore e non volete fare loro del male, ci sono altri rimedi. Per chi ha delle piante sul balcone, è consigliabile pulire manualmente le foglie (dove la cimice verde depone le uova), usare olio di neem o un insetticida come il piretro (mai in quantità eccessive).

Per chi invece possiede un orto, è consigliabile coltivare diversi tipi di piante poiché la monocultura favorisce la diffusione della specie. Un’altra soluzione decisamente ‘green’ può essere quella di costruire casette-nido per gli uccelli, naturali predatori delle cimici verdi.

Il mio metodo

Infine, c’è il mio metodo. Ma ammetto di non essermi mai trovato di fronte ad un esercito di cimici. I miei sono stati tutti duelli. E sono tutti iniziati con il rumore della cimice in volo. Duelli quasi sempre vinti dal sottoscritto. Con l’aiuto di uno o più tovaglioli, ho bloccato l’esemplare entrato in casa e l’ho poi liberato all’aperto.

Annunci

3 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.