Attualità

Radio Padania, indipendente ma con i fondi pubblici?

Radio Padania potrebbe presto ricevere dal Ministero dello Sviluppo economico un assegno da 70 mila euro. Un bel colpo per la radio indipendente vicinissima a Matteo Salvini.

La notizia riguardante Radio Padania ed i fondi del Mise arriva da un articolo pubblicato oggi su La Repubblica. Mentre annuncia l’azzeramento dei finanziamenti pubblici ai giornali il ministro Luigi Di Maio si appresta a staccare un assegno da almeno 70.000 euro di denaro pubblico alla radio vicinissima – per usare un eufemismo- a Matteo Salvini.

Radio Padania nella graduatoria del Mise

Il ministero dello Sviluppo economico sta per pubblicare la graduatoria provvisoria dei contributi per le emittenti locali. E Radio Padania, di cui Salvini è stato direttore e anchorman per lungo tempo, potrebbe ricevere almeno 70.000 euro di fondi pubblici.

La radio leghista si è classificata al sedicesimo posto nella graduatoria provvisoria delle emittenti radiofoniche locali e quindi, se nelle prossime ore il conteggio verrà confermato e se non vi saranno reclami dopo la pubblicazione della graduatoria sul sito del Mise, le spettano 70.000 euro.

Inoltre, entro marzo si saprà se il ministero dell’Economia assegnerà al Fondo per il pluralismo dell’informazione la quota dell’extragettito del canone Rai 2017, cioè l’eccedenza delle entrate sull’imposta che gli italiani pagano con la bolletta dell’elettricità. In quel caso l’importo di cui andrebbe a beneficiare Radio Padania sarebbe anche maggiore.

Il claim del M5S cozza con i fatti

“È con grande orgoglio che vi annuncio che aboliremo il finanziamento pubblico ai giornali”, diceva Crimi (M5S) lo scorso ottobre in vista della nuova legge di Bilancio. Gli faceva eco Di Battista, in uno dei suoi video postati online: “Ai giornali vogliamo togliere tutti i finanziamenti pubblici, se vendono campano, se non vendono cambiassero mestiere”. Un claim rinforzato nelle ultime ore dallo stesso Di Maio, dopo il titolo di Libero.

La rettifica di Di Maio via Facebook

In un post su Facebook, Di Maio chiarisce: “Non abbiamo assegnato un solo euro a nessuna emittente radiofonica, perché ho predisposto un supplemento di istruttoria sulle radio politiche che otterranno questi finanziamenti grazie al bando del Governo Gentiloni”. Il bando è del 2017 ed il ministro del lavoro fa notare: “I soldi a Radio Padania glieli ha dati il Pd”.

Poi aggiunge: “Nell’elenco c’è anche Radio Popolare, emittente cara a Laura Boldrini, leader di quella sinistra ipocrita ma col portafoglio sempre pieno di soldi pubblici, a cui spetterebbero solo questo anno più di 370mila euro (a Radio Padania 70.000)”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.