Calcio

Non è colpa di Spalletti

Inter-Sassuolo 0-0: la squadra di Spalletti mantiene la porta inviolata ma deve ancora una volta arrendersi al Sassuolo. Il tecnico è inviso a parte della tifoseria.

Il claim accompagna l’Inter dalla scorsa stagione: #SpallettiOut. Prima, c’erano stati #PioliOut, #ManciniOut, #DeBoerOut, e così via. Inutile andare troppo a ritroso. Chiunque sarà il prossimo allenatore dell’Inter, farà “Out” di cognome. È evidente.

Altrettanto evidente, per chi ha visto la partita di stasera con il Sassuolo, sono i limiti tecnici della compagine allenata da Spalletti. I nerazzurri continuano a commettere errori tecnici imbarazzanti. Clamoroso lo schema provato da Brozovic e Perisic, su calcio piazzato, nei minuti finali.

Brozovic e Perisic

Due parole sui croati. Brozovic è il faro di questa squadra. Ma non sempre la sua luce è visibile. Fatica, corre, gioca una mole impressionante di palloni e ne sbaglia anche di clamorosi. Per fare il salto di qualità, occorre un centrocampista di un altro livello. Inutile girarci intorno. Perisic non viene mai sostituito. Corre tanto ed è fondamentale nei ripiegamenti difensivi. Forse, proprio perché l’Inter non ha centrocampisti di livello.

Encomiabile il supporto dei bambini

Stasera, è sembrato sotto tono anche Icardi. E questa squadra, già povera di leadership, non può permettersi di fare a meno del proprio puntero. Alla fine, tocca ringraziare Handanovic. Se il malinconico pareggio di San Siro non si è trasformato in tragica sconfitta, il merito è tutto dell’estremo difensore nerazzurro. La sconfitta sarebbe stata una punizione severa per gli undicimila, encomiabili, bambini che hanno affollato la partita di San Siro con le loro voci.

Spalletti out?

Sui social, per le strade e nei bar, campeggiano le scritte e urla: “Via Spalletti!“. Nel post gara, il tecnico di Certaldo ha lanciato un chiaro messaggio a tifosi e giornalisti: è chiaro che partite come quella di questa sera lasciano l’amaro in bocca. Ma non è giusto creare false aspettative intorno a questa Inter. La squadra ha iniziato e sta svolgendo un percorso di crescita. Non mancheranno gli ostacoli e gli imprevisti. E, soprattutto, occorre tenere ben a mente da dove questa Inter è partita.

Il gioco e i giocatori

L’accusa più grande che viene mossa a Spalletti è quella di non aver dato un gioco alla squadra. Attualmente, davanti all’Inter, ci sono due squadre: l’irraggiungibile Juventus ed il Napoli. Quest’ultimo, ha una classifica consolidata negli anni. Gli azzurri hanno conosciuto un percorso di crescita continua che da Mazzarri li ha condotti ad Ancelotti.

Negli occhi di tutti, è rimasto il Napoli di Sarri: collettivo organizzatissimo e reti di passaggi chirurgici: se non hai giocatori di qualità dal punto di vista tecnico, sarebbe stato impensabile metterlo attuarlo. Inutile prendersi in giro. La Juve è una multinazionale: anni al vertice; ossatura della squadra invariata; solidità difensiva ineguagliabile. Su quella solidità difensiva, nasce la Juve dell’ultimo periodo. I bianconeri non esprimono bel gioco. Ma hanno affastellato, nel proprio scacchiere, una infinità di giocatori in grado di decidere, con una giocata, le partite.

La giocata è fondamentale

Soprattutto in campionato, assistiamo a partite tatticamente bloccate. Contro squadre difensivamente ben organizzate, anche la Juve fa fatica. Resta difficile, se non impossibile, farle gol. Ma ha nei piedi dei propri interpreti innumerevoli possibilità per andare in gol. Un calcio piazzato, magari con Pjanic o Dybala. Un tiro da fuori, con l’ultimo arrivato Cristiano Ronaldo. Un cross pennellato dal piede chirurgico di Cancelo per l’immarcescibile Mandzukic.

Entrambi i modelli presi ad esempio – Juve e Napoli – non possono prescindere dalle doti tecniche dei singoli. E questa Inter, da questo punto di vista, è ancora lontana dalle prime della classe.

Annunci

2 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.