Attualità

Caso Treofan, la sede di Battipaglia chiuderà

Caso Treofan, l’annuncio da parte di Jindal Films Europe è arrivato nel pomeriggio di venerdì.

Si è concluso nel peggiore dei modi il caso Treofan. I 76 lavoratori della Treofan di Battipaglia erano in presidio dallo scorso 20 dicembre. Venerdì, l’avviso di licenziamento da parte di Confindustria.

“Questa chiusura decreta fine politica italiana”

Le parole di Federica Colabene, responsabile della logistica di Treofan, riprese da Ansa: “Con questa chiusura è stata decretata la fine della politica italiana. Questa mattina sono arrivati davanti lo stabilimento dei vigilantes, mandati direttamente dall’azienda, dalla Germania”.

I lavoratori annunciano prosecuzione presidio

“Da Confindustria, è arrivato l’avviso di licenziamento per 76 lavoratori, tutti del Salernitano. Nonostante il Mise ed i tavoli di crisi, è stato dato uno schiaffo alla politica italiana. La nuova proprietà è completamente latitante”, aggiunge Colabene.  “La nostra azienda era una eccellenza nel settore. Non abbiamo mai vissuto crisi. Il polipropilene è nato qui”, conclude la responsabile logistica. I lavoratori hanno annunciato la prosecuzione del presidio 24 ore su 24″, sottolinea la responsabile della logistica Treofan.

Nota Mise: “Situazione inaccettabile”

La nota del Mise: “È una decisione che sovrasta le più basilari regole di confronto sindacale, ignorando le responsabilità sociali nei confronti dei lavoratori”.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ritiene la situazione inaccettabile e richiama alle proprie responsabilità “prima di tutto la proprietà; le istituzioni locali coinvolte finanziariamente nello sviluppo di altre società del gruppo Jindal Films Europe sul territorio nazionale; le istituzioni preposte al controllo delle operazioni di acquisizione e cessione che possono ledere interessi di mercato e posizionamento di predominio da parte di gruppi industriali; nonché le società di investimenti a capo di tali operazioni”.

A rischio anche stabilimento di Terni

Nella stessa giornata di venerdì, la lettera dei vertici di Treofan- Jindal, nei confronti di tutti i lavoratori Italiani  del gruppo in cui  si descrive la decisione come “necessaria a salvaguardare il futuro della società”.

Parallelamente alla chiusura della sede di Battipaglia, si sta verificando lo svuotamento degli ordini del prodotto di punta dello stabilimento di Terni, come riportato da Terniinrete. I sindacati Filctem, Femca e Uiltec: “Tutto ciò è inaccettabile non tollereremo oltre, le angherie della società indiana,  la prossima settimana avvieremo più energiche manifestazioni dei lavoratori del gruppo individuando anche un presidio sotto l’ambasciata Indiana”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.