Attualità

Decreto sicurezza, così rischiano di aumentare i clandestini

Decreto sicurezza e minori stranieri non accompagnati. Lo scenario dell’Italia fotografato da Dataroom di Milena Gabanelli.

Stando all’inchiesta di Dataroom di Milena Gabanelli su Corriere Tv, i minori stranieri non accompagnati, sbarcati in Italia negli ultimi tre anni, sono 38’878. Di questi, 28’862 avrebbero compiuto la maggiore età. 5’229 sembrano invece spariti. Si suppone siano riusciti a raggiungere il nord Europa.

Una parte dei minori di cui si sono perse le tracce  potrebbe essere finita nel giro della criminalità organizzata, nello spaccio o nella prostituzione. Durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario, il Presidente della Corte d’Appello di Milano, Marina Tavassi, ha lanciato l’allarme proprio riguardo i minori stranieri non accompagnati che versando in condizioni di abbandono “possono essere tutti facile preda di abusi o a rischio di andare ad ingrossare le fila della criminalità organizzata”.

Le fughe dei minori dai centri di accoglienza

Sui  minori stranieri di cui si perdono le tracce una volta arrivati nel nostro Paese, spesso hanno acceso i riflettori le maggiori organizzazioni umanitarie, su tutte l’Unicef.  Il commissario straordinario del governo per le persone scomparse, Mario Papa – come riporta La Repubblica –  sottolinea che “le fughe dai centri di accoglienza, con particolare riguardo ai minori stranieri non accompagnati, continuano a rappresentare il maggior numero dei casi riscontrati dalle Forze dell’Ordine“.

Al 31 dicembre del 2018, risultano censiti 10’787 minori stranieri non accompagnati. Per la legge vigente, sono equiparati al minore italiano senza genitori: tutore, casa famiglia e centri dedicati.

1’778 i MSNA attualmente in Sicilia

Ad oggi, un centinaio di loro sono nei Centri di Accoglienza Straordinaria. 3’032 sono invece nei Centri di Prima Accoglienza. Di questi, 1’748 sono in Sicilia. Qui, la Regione consente di andare in deroga agli standard: è possibile la permanenza di più individui rispetto a quanto previsto. Inoltre, rispetto a quanto previsto, il tempo di permanenza massimo di trenta giorni può arrivare anche a nove mesi.

3’087 minori affollano gli Sprar

Cosa succede ad aprile? A fine marzo, come risaputo, questi centri chiuderanno. E i minori verranno trasferiti nei centri Sprar dedicati all’istruzione e all’integrazione, sparsi su tutto il territorio nazionale. Ad oggi, gli Sprar accolgono 3’087 minori. E sembrano essere già al completo.

Di 862 minori non si hanno notizie

Questi minori, dunque, rischiano di rimanere in Sicilia. 3’338 minori sono nelle Case famiglia allestite dai Comuni. Ma molti sindaci sembrano non vedere più di buon grado questa soluzione: il Ministero dell’Interno rimborsa 45 euro al giorno e se ne spendono il doppio. I minori stranieri dati in affido sono 432. Parallelamente, si sono perse le tracce di 862 minori.

Effetto abolizione protezione umanitaria

Nel 2019, diventeranno maggiorenni 6’492 dei minori stranieri. Chi era nella posizione di poter chiedere la protezione umanitaria, per effetto del Decreto sicurezza, diventerà un clandestino: la protezione umanitaria è stata infatti abolita.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.