Calcio

Inter, Icardi l’ha fatta grossa

Icardi non è più il capitano dell’Inter. La fascia passa ad Handanovic, come comunicato dalla società attraverso i propri canali ufficiali.

La decisione è stata presa di comune accordo fra la società e l’allenatore: Mauro Icardi non è più il capitano dell’Inter. La notizia arriva alla vigilia di un San Valentino che si annunciava già di passione i per i tifosi nerazzurri: domani, l’Inter tornerà in Europa per contendere al Rapid Vienna il passaggio agli ottavi di Europa League. Difficile prevedere quali saranno le conseguenze a breve e lungo termine della decisione.

Le qualità tecniche di Icardi sono indiscutibili. Un po’ meno indiscutibili sono le modalità attraverso cui lui ed il suo agente, più volte, hanno avanzato pretese di rinnovo, seppur legittime. Da più parti si è spesso messo in discussione la leadership di Icardi all’interno dello spogliatoio dell’Inter. Se la leadership tecnica del bomber argentino sembra acclarata, non si può dire altrettanto della sua leadership morale. A pesare sul piatto della bilancia che segna i tratti negativi del suo comportamento, ci sono le discutibili dichiarazioni pubbliche di Wanda Nara, moglie ed agente.

Le frasi di Wanda Nara

“Mauro all’Inter, se vuole, può cacciare o portare persone alzando un dito”; “L’Inter voleva mandarlo alla Juve”; “L’Inter dovrebbe comprare gente che metta palloni buoni a Mauro”: sono queste le frasi pronunciate da Wanda Nara ad essere finite sotto la lente di ingrandimento della società. E sono state queste, probabilmente la causa della decisione di togliere la fascia da capitano dal braccio dell’argentino. Causa che fa il paio con la poca serenità di Icardi, denunciata anche dal tecnico Spalletti, dopo la vittoria in trasferta contro il Parma.

Difficile prevedere quali saranno le conseguenze di questa decisione. Fra i tifosi interisti, c’è chi appoggia in pieno la scelta della società; e c’è chi prende le difese dell’ormai ex capitano nerazzurro. La cosa al momento certa è che Icardi sarà escluso dalla formazione che domani affronterà il Rapid Vienna. Non figura nemmeno fra i convocati di Luciano Spalletti.

Colpa di Marotta?

In molti, mettono insieme tutte le fibrillazioni dell’ambiente Inter dell’ultimo periodo: il caso Nainggolan; il caso Perisic; ed ora il caso Icardi. Alcuni associano tutti i casi all’arrivo di Marotta. Andrebbe fatto notare che, almeno per quanto riguarda il caso Icardi, non è una novità di questa stagione. Come dicevamo precedentemente, è già capitato più volte di dover fare i conti con la richiesta di rinnovo, a stagione in corso. E, spesso, tale richiesta è coincisa con un momento no della squadra.

È anche vero che mai si è arrivati ad una decisione di questo tipo. Ed è dunque ancora più complicato prevederne le conseguenze. La prova del campo arriverà quasi immediatamente. E sarà, come sempre, inequivocabile. Occorre fare appello alla professionalità di tutti. La scelta è forte. Ma è stata sicuramente ben ponderata dalla società e da un dirigente dalla comprovata esperienza come Beppe Marotta.

 

Annunci

5 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.