Cilento e dintorni

Monte San Giacomo, fa discutere la decisione dell’amministrazione

Monte San Giacomo, social contro l’amministrazione comunale per una scelta già operata, in passato, dalla Raggi. L’amministrazione si difende: noi non ci vergogniamo.

Tutto il mondo è paese, o quasi. A Monte San Giacomo, polemiche per la decisione dell’amministrazione comunale. Dai social ai media, impazza la discussione sull’opportunità della decisione.

Proprio un anno fa, avevamo avuto notizia di una scelta analoga da parte della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Oggi, è la volta di Monte San Giacomo, comune di poco più di millecinquecento anime, in provincia di Salerno.

Una decisione che fece discutere un anno fa. E che fa discutere anche oggi. Si tratta dell’aver affidato la tosatura dell’erba a degli animali. Per la precisione, alle pecore. Pecore per Virginia Raggi e pecore per l’amministrazione di Monte San Giacomo.

Per Roma, si trattò dell’erba dei parchi comunali e degli spazi verdi della sconfinata capitale d’Italia. Per Monte San Giacomo, si tratta del grande prato verde del campo sportivo comunale. Campo orfano della propria squadra di calcio, durante l’attuale stagione sportiva.

Qualcuno ha mal digerito la decisione di affidare ad un gregge di pecore la tosatura dell’erba incolta. Ed ha invitato l’amministrazione a vergognarsi. L’amministrazione, dal canto suo, ha fatto sapere di non vergognarsi affatto.

Una simile scelta può essere vista – senza eccessivo sforzo di riflessione – come un voler fare di necessità virtù: le pecore vengono ripagate dello sforzo nutrendosi. E se le grandi città riscoprono i pregi della ruralità, non si capisce perché piccoli centri urbani, dediti per vocazione alla ruralità, non possano avvantaggiarsene.

Molti liberi pensatori di questi luoghi sembrano essere rimasti nel limbo, fra la natura dei piccoli borghi ed il sogno delle grandi città: i piccoli borghi non saranno mai città; le stesse città rincorrono alcune caratteristiche peculiari della ruralità: nello stile di vita, nell’alimentazione, nell’amministrazione della cosa pubblica. E quei liberi pensatori restano nel mezzo, fra ciò che avrebbero voluto essere e ciò che non saranno mai.

Partecipa al sondaggio!

Annunci

3 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.